Indice Off Topic Recensioni Anime & Manga Manga Renai Shimasen ka? - Scheda manga e recensione

Renai Shimasen ka? - Scheda manga e recensione

Moderatori: Co-Administrator, Moderator, Members, Collaboratore, Administrator


irishman Avatar utente
Ex-Members
Ex-Members

Messaggi: 65
Immagine

Titolo Originale: Renai Shimasen ka?
Titolo Inglese: Why Don't We Fall in Love? / Shall We Love?
Storia: Roku Tachibana
Disegni: Roku Tachibana
Edit. Originale: Kadokawa Shoten
Tipologia: Seinen
Genere: Sentimentale, Commedia
Anno: 2012
Vol. originali: 3 (completato)
Disponibilità: (inedito)

Volumi letti: 3
Voto: 7

Recensione

Piccola sorpesa, questo "Renai shimasen ka?", opera del mangaka Roku Tachibana, che con soli tre volumi, riesce comunque a proporre una storia ben sviluppata, con personaggi dal carattere ottimamente tratteggiato e una romance estremamente dolce, per gli amanti del genere.
Ma andiamo con ordine : la trama, nonostante lo scarso spazio di cui ha potuto usufruire, si sviluppa in modo solido e senza particolari falle. Nonostante non si assista ad un canovaccio particolarmente complesso, la storia d'amore tra Fuwa e la sua bella maid non è banale come ci si aspetterebbe da un'opera così breve, e tutte le tessere del puzzle andranno al loro posto, quando verrà svelato il background del legame che avvicina i due protagonisti.
I personaggi, come la trama, godono anch'essi di un'ottima caratterizzazione, anche stavolta sorprendente, se si valuta che tutto il lavoro è concentrato, come detto, in tre volumi.
I due protagonisti, come anche le figure comprimarie, sono tutti mossi da sentimenti ed emozioni perfettamente compatibili con il "vissuto" che Tachibana decide di rivelarci via via, e le loro scelte non sono mai forzate o poco credibili.
I personaggi non sono il massimo dell'originalità, questo va ammesso, visto che un po' tutti sono costruiti su stereotipi già visti in opere analoghe, quello che però Tachibana è riuscito a fare egregiamente, è costruire un background piuttosto interessante sui modelli stereotipati dei personaggi del manga, che si rivelano, quindi, inaspettatamente complessi e sfaccettati.
A corroborare il risultato finale del manga di Tachibana, ci sono anche i disegni, che seppur mostrino i segni di un'esperienza limitata (al suo attivo, oltre a questo manga, l'autore ha uno one shot ed un' altra mini serie, sempre di tre volumi, uscita nel 2014) sono decisamente accattivanti, sia per quanto riguarda il chara design che per gli sfondi e i dettagli.
Se quindi volti e corpi dei personaggi sono decisamente carini e gradevoli (in particolare spicca, inevitabilmente, la maid Fuwari, la protagonista con la sua prorompente prosperosità) anche i dettagli dei vari ambienti, che sono svariati, nonostante la brevità del manga, sono sicuramente all'altezza.
Tirando le somme, un manga decisamente carino, che merita una chance sia come piacevole intrattenimento, vista la sua freschezza e leggerezza, sia per farci conoscere un autore sconosciuto qui da noi, ancora agli inizi, ma che potrebbe avere qualche freccia al suo arco.

Torna a Manga